Grecia ed il giorno del no, i corrieri non consegnano

In questo giorno in Grecia è un giorno di festa nazionale, anche per i corrieri espressi greci. All'alba del 28 ottobre 1940, Atene si svegliò al suono delle sirene antiaeree, e tutti i greci gridarono un sonoro "no" contro l'ingresso dell'Italia fascista. Il 15 ottobre 1940 il Consiglio di guerra italiano alla presenza di Mussolini decise di attaccare la Grecia, anche se molti presenti si opposero all''operazione.

Mussolini voleva una vittoria per attirare l'attenzione di Hitler, che aveva espresso riserve sull'attacco alla Grecia. Pensa che il Paese sia un bersaglio facile. "Il nostro unico ostacolo è la strada sterrata", gli assicurò il suo esercito. La data dell'attacco era fissata per il 26 ottobre, ma Mussolini lo posticipò al 28 ottobre, in concomitanza con il 18° anniversario della marcia di Roma, che portò al potere i fascisti. 

La Grecia rappresentava un territorio strategicamente utile contro le forze britanniche. Mussolini credeva che fosse facile sopraffare con successo uno stato più piccolo ed era considerato disorganizzato militarmente. Nelle prime ore del 28 ottobre 1940 fu dato un ultimatum al primo ministro greco Ioannis Metaxas, suggerendo che le truppe italiane avrebbero dovuto entrare in territorio greco per occupare alcune posizioni strategiche al fine di contrastare gli inglesi. esercito. La richiesta di questo ultimatum, umiliante e degradante per la Grecia, deve essere accolta entro tre ore dal ricevimento.

Tuttavia, tre ore dopo, arrivò το μεγάλο Όχι, che fu un grande no, e la Grecia rifiutò le condizioni imposte da questo ultimatum. Le truppe italiane di stanza in Albania attraversarono il confine e invasero il territorio greco, subendo inaspettatamente una disastrosa sconfitta.

Durante questa giornata di festa nazionale ci sono sfilate e cortei di bambini delle scuole, con colori e canzoni, e parate militari. Nel cielo sventolano bandiere bianche e blu e il coro canta la libertà. Anche per i corrieri espressi è un giorno di festa e dunque non si effettueranno ritiri e consegne. Se dovete spedire pacchi in Grecia tenete quindi conto di questa festività, in particolar modo se dovrete prenotare un rito per una spedizione dalla Grecia all'Italia. Anche molte comunità greche nel mondo celebrano la festa del 28 ottobre. Sfilate e celebrazioni si svolgono a livello internazionale, anche nelle principali città degli Stati Uniti, del Canada e dell'Australia. Sono molte le comunità di emigrati greci sparse per il mondo, che contano milioni di discendenti.

Ne approfittiamo a tal proposito per ricordare che da quest'anno tramite il nostro sitoweb è possibile spedire pacchi negli Stati Uniti, così come è possibile spedire in Canada. Per le spedizioni in Australia fare attenzione alle numerose limitazioni per le tipologie di merci, in particolare quelle di origine vegetale ed animali. Non esitare a contattarci per qualsiasi informazione su come spedire pacco tramite corriere espresso. Tra i servizi offerti vi ricordiamo che è possibile anche spedire pallet e bancali, ed attraverso il nuovo servizio di corrispondenza postale è possibile spedire lettere in Italia ed all'estero a prezzi lowcost.

Per altre informazioni sui vari corrieri espressi:

Fonte: sito web elafonissos.org