0958 997230     info@spedireadesso.com

  Categoria: Comunicati  

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Indice dei contenuti[nascondi]
E’ di qualche ora fa il comunicato ufficiale da parte di Tnt Global Express che conferma uno sciopero nazionale della compagnia di trasporti nei prossimi giorni.
Lo stop dei corrieri interesserà tutte le Regioni italiane nella giornata di Giovedì 17 Maggio 2018.
La natura dello sciopero, come annunciano i sindacati Cisl, Cigl e Ultratrasporti, è da ricercare nella fusione che l’azienda ha iniziato con un altro colosso del settore logistico: Fedex.
Lo sciopero vedrà partecipi tutti gli operatori logistici impiegati nelle due compagnie di movimentazioni merci per l’intera giornata.
La Tnt comunica che in tale giornata non saranno garantiti ritiri e consegne su territorio nazionale e nel caso in cui gli operatori non scioperanti riuscissero ad effettuare alcuni ritiri, le merci non partiranno comunque il 17 sera, come da consuetudine.

Informiamo pertanto i nostri clienti che hanno in corso spedizioni con Tnt che durante la giornata del 17 Maggio tali spedizioni subiranno dei ritardi.

Il perché dello scipero Tnt e Fedex

tnt e fedex fusioneAl seguito di questa procedura di acquisizione di Tnt iniziata due anni fa, precisamente a partire dal 25 maggio 2016, Fedex pare abbia recentemente programmato dei licenziamenti collettivi e dei trasferimenti di massa con il sospetto da parte dei sindacati che questi ultimi, nella più chiara delle ipotesi, si tradurranno presto in ulteriori licenziamenti, nonostante i bilanci segnino una crescita continua degli affari. Il piano d'azione messo in atto da Tnt-Fedex prevede la chiusura di molte filiali italiane, con conseguente licenziamento di gran parte degli operatori attualmente dipendenti, e migrazioni di altri gruppi numerosi di impiegati, perlopiù donne, dalle filiali in chiusura verso quelle di Milano e Roma. Per dare qualche numero, si parla di circa 24 filiali in chiusura e oltre 360 licenziamenti. Un taglio drastico che certamente porterà non pochi problemi. I sindacati hanno deciso di dire NO a queste procedure che non fanno altro che aggravare la situazione di migliaia di dipendenti nazionali, i quali dopo anni di lavoro, per ragioni prettamente aziendali e non professionali, vengono costretti a ritrovarsi da un giorno all’altro senza occupazione in un Paese in cui il reinserimento dentro al mercato lavorativo è davvero difficile.

Sciopero Tnt: una storia che si ripete

Non è la prima volta che grandi aziende progettano manovre simili per fini lucrativi senza curarsi della tutela dei dipendenti a cui, in realtà dovrebbero prestare maggiore attenzione in quanto, si sa, è proprio alla forza lavoro che un’azienda deve sempre il suo più grande riguardo.


Un augurio va fatto a tutti questi lavoratori che lottano per i propri diritti, nella speranza che le loro richieste vengano accolte e che Tnt e Fedex rivedano i piani aziendali.
Per qualunque informazione in merito ad una spedizione con Tnt potete contattare la nostra assistenza clienti dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13,30 e dalle 14.30 alle 18.30 tramite live chat, telefono, email e social.


SpedireAdesso s.r.l.s

certificato SSL spedireadesso

certificato AICEL sonosicuro negozio 2218