0958 997230     info@spedireadesso.com

  • Sei qui:   
  • Blog
  • Comunicati
  • Covid-19 e spedizioni: aggiornamento operatività corrieri
  Categoria: Comunicati  

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
corriere coronavirus spedizioni fase 3 L

I mesi trascorsi di questo 2020 sono stati caratterizzati da eventi e condizioni senza precedenti che hanno investito anche il settore dei trasporti e delle spedizioni. L’emergenza Coronavirus in Italia e nel resto d’Europa ha portato tutte le aziende logistiche a rivedere i propri canoni di servizio al fine di allinearsi con le direttive governative nazionali e internazionali emesse con lo scopo di contenere la diffusione dei contagi.


Oggi nel nostro Paese e nel resto d’Europa il livello di criticità sembra essersi abbassato, in linea con il numero di contagi e vittime, pur rimanendo sempre in uno stato di allerta. L’attuale situazione ha fatto si che con l’allentamento delle misure restrittive anche le consuete modalità di gestione delle spedizioni da parte dei corrieri espressi sono state gradualmente ripristinate.


Allo stato attuale, molte delle variazioni del servizio di spedizione applicate nei mesi scorsi sono andate, quindi, via via, sostituite con quelle regolari, ad eccezione di alcuni casi e località in cui certe limitazioni e misure precauzionali rimangono ancora attive.
Ma vediamo nel dettaglio come spedire ai tempi del Covid 19 durante quest’estate 2020.

Emergenza Covid-19 variazioni delle disposizioni di spedizione

Indice dei contenuti[nascondi]
Prima di comunicarvi quali sono le nuove regole per poter spedire low cost in Italia e in Europa con SpedireAdesso.com in questa Fase 3 dell’emergenza Coronavirus, vogliamo ricordarvi che i nostri servizi di spedizione vengono erogati nel pieno rispetto delle regole vigenti grazie al supporto di corrieri espressi internazionali come Ups, Tnt, Fedex, Sda, Gls, Dpd, Bartolini e Parcel Force.

Si tratta di colossi del settore logistico che hanno avuto, come tutti, grandi difficoltà durante i periodi piú drammatici di questa pandemia ma che, come sempre, sono riusciti in maniera brillante, a convogliare tutta la professionalità nell’intento di continuare ad offrire un servizio di qualità a tutti, concentrandosi in particolare sul trasporto di DPI (dispositivi di protezione individuale), senza fermarsi nemmeno un giorno, mettendo a rischio la loro vita e quella dei loro familiari.
Precisato questo, ci teniamo adesso a comunicarmi che al momento in tutta Europa le spedizioni vengono effettuate in modalità regolare.

Regolarizzazione dei tempi di consegna

Ad eccezione di alcuni casi isolati, dove il livello di allerta è ancora critico e impone alle autorità competenti la limitazione del transito o maggiori controlli doganali che causano rallentamenti, i tempi di ritiro e consegna sono tornati ad essere normali, ovvero di 1-2 giorni lavorativi per le spedizioni nazionali e 3-4 giorni lavorativi per quelle internazionali.
Quest’aggiornamento riguarda il periodo attuale. Non escludiamo la possibilità che il decorso della pandemia possa causare nuove variazioni limitanti in alcune zone, pur sperando fortemente nel contrario.

Reintroduzione prova di consegna

Anche la prova di consegna, precedentemente sospesa per evitare ogni tipo di contatto e assembramento, viene ora reintrodotta, anche se con modalità leggermente differenti. I corrieri ci informano che dove non strettamente necessaria, la firma alla consegna resta sospesa, pertanto il cliente potrà comunicare a voce il nominativo e il corriere provvederà a segnarlo sul suo dispositivo portatile.
In altri casi, invece, dove la prova di consegna deve essere obbligatoriamente certificata, i corrieri hanno elaborato un sistema attraverso il quale il cliente viene anticipatamente avvertito della consegna tramite l’invio per posta elettronica o SMS di un codice che dovrà poi riferire al corriere al momento della consegna.

Sospensione Garanzia di Rimborso

Alla luce delle problematiche evidenziate durante il periodo piú critico dell’emergenza Coronavirus, molti corrieri hanno deciso di sospendere momentaneamente la garanzia di rimborso. Come è noto, ogni spedizione è soggetta a eventi di forza maggiore come guasti dei mezzi, eventi meteorologici catastrofici, situazioni avverse e, non escluso, pandemie ed emergenze sanitarie come quella che ci troviamo ancora a vivere, che comportano disagi dei quali i corrieri non possono essere ritenuti responsabili. Questa la ragione per la quale alcuni corrieri hanno scelto di tutelarsi sospendendo la garanzia di rimborso durante questo periodo.
Ogni richiesta di rimborso per ritardo, danneggiamento o smarrimento di un collo, quindi, verrà sottoposta ad attenta analisi della situazione per stabilire se il disagio per il quale si chiede indennità sia stato causato dall’azienda oppure dagli eventi di forza maggiore legati alla pandemia.

Sblocco transito colli voluminosi

L’emergenza Coronavirus nel suo periodo di picco ha messo a dura prova il lavoro dei corrieri espressi aumentando a dismisura la mole di lavoro e il volume totale delle spedizioni, generando grandi difficoltà nella gestione di un così alto numero di colli giornaliero. Motivo per il quale i corrieri avevano momentaneamente sospeso il trasporto di pacchi voluminosi, in modo da prediligere e gestire meglio le spedizioni standard e quelle di DPI. Al momento è stato reintrodotto anche il servizio di spedizione pacchi extralarge in Europa.

In conclusione, possiamo confermare che i progressi nella lotta alla diffusione del Coronavirus in Italia e nel resto d’Europa stanno portando ad un graduale ritorno alla normalità anche nel settore logistico. Pertanto, potrete continuare a spedire pacchi, buste e pallet in modo regolare, ricordandovi che non siamo ancora completamente fuori pericolo quindi prestando sempre attenzione a tutte le regole igieniche valide anche quando ci si accinge ad organizzare una spedizione, come, per esempio, quella di disinfettare i colli in partenza o che vengono consegnati dai corrieri o evitare il piú possibile il contatto con gli stessi.


Se avete dei dubbi o se si verificano delle variazioni delle condizioni attuali di emergenza in una località specifica presso la quale dovete spedire o ricevere una spedizione vi invitiamo a contattare la nostra assistenza clienti multicanale tramite il box in fondo a questa pagina, con operatori preparati e cordiali sempre pronti a chiarire ogni vostro dubbio.

SpedireAdesso s.r.l.s

certificato SSL spedireadesso

certificato AICEL sonosicuro negozio 2218

logo FEDESPEDI